SG alias Sterògian

Sterògian (S.G.) Capricorno, classe 1948, si è sempre occupato di numeri e di finanza, e mai, o molto poco, di letteratura. Quindi questo libro ha meravigliato lui in primis, ma i casi della vita a volte sono inspiegabili.
Ha iniziato la sua carriera lavorativa nel parastato, che ha lasciato dopo pochi mesi avendo vinto il concorso presso un Istituto di Credito. 

Si è occupato inizialmente di titoli e marketing per poi passare al settore finanziario, fino a diventare responsabile dell’Ufficio Funding nell’ambito della Direzione Finanza.
Predilige la musica anni Sessanta ed ha un vero culto per i Beatles.

 

 

Appassionato di auto d’ epoca e di design automobilistico ama scrivere con la penna stilografica (la prima stesura di questo “lavoro” è stata fatta a mano) di cui fa la collezione. Fin da piccolo ha utilizzato lo pseudonimo Sterògian
composto dalle lettere iniziali del suo e del nome dei suoi fratelli: a cinque anni Sterògian era il nome del battaglione che sconfiggeva i nemici più terribili; a dieci anni era la squadra di calcio che vinceva tutte le sfide più importanti ed in età avanzata Sterògian è stato lo pseudonimo utilizzato per la sua opera prima e, molto probabilmente, ultima.

luci del tubo